Recent News

Sharing is caring!

Dal lato del cuore i poeti rispondono a disastri simili (la pandemia, ad esempio) con esplosioni emotive o tempeste emotive. Queste ultime finiscono per perdersi nello sfogo anziché preferire la ricercatezza. Come ho anticipato questo è un mondo arreso alla pubblicità e al successo delle vendite per cui affermarsi nel panorama mondiale è sempre più complicato. Molte autrici restano misteriose voci nel panorama internazionale fin tanto che non vengono tradotte o pubblicate da giornali e/o riviste accademiche. Tuttavia per quanto si possa tentare di fingere un’intuizione artistica la poesia d’autore e di spessore riesce a vincere le distanze. Questa capacità molto spesso è favorita non da un marketing potente attraverso i social (il male della letteratura d’autore) ma dai mezzi della intuizione potente e della gentilezza che fortunatamente ancora ci percorrono. Tra questi valori c’è soprattutto la sincerità e la ricchezza di coltivare responsabilità nobili per consumare scopi nobili. Detto questo ringrazio Aurora e ospitiamo i suoi testi inediti.

Sabatina Napolitano

——

(9 marzo 2020)


I
Si è infranta la primavera
sono caduti i fiori di Marzo
dalle nostre dita
al resto del mondo
e l’erba è secca
e i petali si sono bagnati nei giardini d’ogni dove
e la terra nasconde un desiderio
alle finestre restiamo
linee di rose
ché Cristo
stanotte
è sceso nell’acqua del nostro petto di rose.

II
Sono stanchi i fiori

  • com’è calda l’aria d’aprile –
    nella terra secolare
    senza nido
    si strappa un canto
    chiamato morte.

III
Tutto è rotto nell’alba
di cento innamorati
si piantano le croci
non resta che il vento.

(poesie tratte da una raccolta di poesie inedita, ancora in lavorazione):

Sfila la luce nei santi della sera
il mare si rompe di cosa innocente
è una parola viva.

L’ultimo caldo lascia il mondo
di grilli e rane
la terra degli amanti è una viola breve.

Al centro delle nostre caviglie è nato un albero
l’acqua sgronda fra i rami
e la linfa s’unisce
alla riva scarna dei piedi
secondo metamorfosi diventiamo un verde unito
spiccato dal sole.

Aurora Castro è nata a Milano nel 1985 e vive a Rimini. Si è laureata nel 2008 in Storia delle idee filosofiche e scientifiche presso la Facoltà di Filosofia di Bologna. Ha lavorato per l’editore Raffaelli di Rimini in qualità di redattrice editoriale. Ha pubblicato il suo primo libro di poesie, sempre per i tipi Raffaelli: La rosa del piacere nel 2012 e Alphabeto per la
Pieve, nel 2014. Nel 2019 pubblica la sua prima raccolta di racconti, Una lingua di mare, per Tracce Edizioni. Suoi versi sono stati pubblicati online dalle riviste: Cartesensibili, Una Specie e Atelier. È stata fra i finalisti di alcuni premi letterari: Premio Nabokov, Premio Castrovillari, Premio Bukowski, Premio Milleparole, Premio Acireale per la Storia, Premio ANMI per il racconto. Dal 2016 al 2019 ha tenuto corsi di Filosofia e Filosofia dell’Arte all’Università Aperta di Rimini.

(ringraziamo Aurora per la foto)

Sabatina Napolitano
News Reporter
Sabatina Napolitano è nata nel 1989, poeta, freelance, scrittrice, critica. Sue poesie sono pubblicate nella rubrica di Silvia Castellani; su «Poetarum Silva»; nell’antologia «Secondo repertorio di poesia italiana contemporanea» di Arcipelago itaca; nel blog «Poesia ultracontemporanea» di Sonia Caporossi; su «Neobar», «Bibbia d’Asfalto», «Irisnews», «La poesia e lo Spirito», «Poesiadelnostrotempo», «Nazione Indiana». Ha collaborato con «Oubliette Magazine», e «Satisfiction». Nel 2019 pubblica «Scritto d’autunno» per Edizioni Ensemble. È nella giuria del premio Nabokov ed è redattrice del giornaleletterario.it.
shares
Follow by Email
Instagram