Sharing is caring!

Saggio in chiave politica dell’Autore Purita Marco, edito da Ditirambi Dionisiaci, 20/11/2018

Friedrich Nietzsche o lo si ama o lo si odia. Nulla, nella propria filosofia accade per scontato ed i concetti fra bene e male, Dio e Uomo, sono spiegati in maniera talmente complessa quanto enorme da risultare mai ripetitivi, anche se essi dovessero definire concetti già noti. Superficialità e semplicità non vivono nella psicologia del filosofo tantomeno nella penna del Dott. Marco Purita. Egli, attraverso la sua abilità e la sua dimestichezza, riesce a ripercorrere non soltanto i tratti salienti (quelli facilmente visibili in superficie) ma soprattutto i segni più nascosti, oltrepassando il Velo di Maya. Nietzsche è l’esatto opposto di Cartesio il quale, quest’ultimo, servendosi del metodo del dubitare, utilizza il dubbio come mezzo per raggiungere la certezza cercando di uscire dal cerchio del SUM, cioè del “proprio”, in cui, l’uomo, potrebbe chiudersi. Quest’idea, per il filosofo francese, è l’idea di Dio. Per Nietzsche, inversamente, il punto principale che l’uomo si pone da sempre è: “Da dove veniamo noi uomini e dove andremo”?; “La vita di ogni uomo terminerà alla fine o è soltanto un passaggio da un’esistenza all’altra”?. Ecco. Tutte le certezze crollano. Tutte le risposte che l’uomo aveva ricercato precedentemente, svaniscono. Il Dott. Marco Purita riesce a dimostrare, in maniera pulita e semplice, la grande ed implacabile politica del tiranno, dell’uomo padrone del mondo, attraverso il capitolo quinto “Oltre l’ordine politico”:  “Confusione delle lingue del bene e del male: questo è il segno che vi do come segno dello Stato. In verità, questo segno interpreta la volontà di morte![…] Sì, un morire per molti è stato qui inventato, che si vanta di essere vita”.  Si intravvede una figura di un filosofo silenzioso, come se, in disparte, osservasse la scena per agire al momento giusto senza sbagliare colpo, proprio come egli stesso afferma: “Io sono dinamite”, non una sostanza qualunque, ma una miscela esplosiva in grado, col suo silenzio, di distruggere e creare lasciando segni tangibili.

News Reporter
Scrivo poesie. Leggo. Recensisco libri.
shares
Follow by Email
Facebook
Facebook
Instagram