Recent News
La rampicante

Sharing is caring!

La rampicante di Davide Grittani, giunto più che meritatamente a un passo dalla dozzina del Premio Strega del 2019 e vincitore di una serie di prestigiosi premi dalla sua pubblicazione, non è un romanzo sul trapianto degli organi, sulle adozioni o sul disagio mentale, non è un romanzo sul terremoto, sulla piaga dell’usura, né sulle infinite risorse delle Marche come regione geografica o come popolo antico. Se vi aspettaste un romanzo a tema o a trama classica, rimarreste parimenti delusi. Non è questo un romanzo che potrebbe uscire da una scuola di scrittura o da un corso di editing, ma è proprio in questo spicchio di letteratura, dove le verità sono suggerite dalle scelte dei protagonisti e non sbattute in faccia, in caso i lettori non le comprendessero, che, a mio parere, chi ama leggere può trovare della vera letteratura.

La rampicante è un romanzo intimo sulla faticosa ricerca di sé, sviluppata nel corso di una vita qualunque, anche piuttosto anonima, nel contesto di vicende complesse come capitano in qualunque vita; con le disillusioni, i tradimenti, le sciocche e inutili intransigenze, con le incredibili coincidenze, con tutto ciò che condisce e dà al contempo valore a ciascuna vita. Una ricerca di sé che attraversa tutti i personaggi, quantunque rappresentino forse le tante sfaccettature di un unico personaggio, storto e ambiguo come può essere un uomo qualunque, alle prese con le particolari scelte del proprio percorso.

Alla fine, ciò che Davide Grittani ha lasciato che trapelasse nello stupendo finale, annunciato ma non rivelato fin dal primo capitolo, a mio parere, è l’incomparabile importanza dell’accettazione della propria insignificanza e al contempo del proprio significato unico. Solo quando avviene questa accettazione, solo quando si rinuncia a dirigere le proprie scelte e a pretendere di valutare quelle degli altri, solo quando si accetta di nuotare in mare aperto e a cuore innocente perché sincero, fosse anche negli ultimi istanti della propria vita, si può sentire, inconfondibile, il dolcissimo profumo delle cose che coincidono nel verso giusto e che hanno un vero senso, pur non rivelabile con le parole.

Lidiap| 2019

Lidia Popolano
News Reporter
shares
Follow by Email
Instagram