Sharing is caring!

La poesia di Eduardo Enrique León Rodríguez, poeta ecuadoregno, è come un nucleo di emotività da dove parte un tormento fra il dubbio di lasciarsi andare e quello di incorrere in un viaggio fugace… dubbio che si risolve davanti al fascino di uno sguardo, che diviene pane per l’anima, alimento non completamente interiorizzato, ma che frantuma tutti i muri, sbriciola tutte le resistenze, in modo evocativo e pieno di simbolismo. Si colgono a pieno le sfumature di un cuore travolto dalle sensazioni.

Resistencia

El cristal no se ha roto
Porque tú eres de proezas
En tu boca habitan las verdades
Y en tu mirada, el sacrificio
Puedo escuchar el pulso
El latido de tu bondad
Ese suspiro de resistencia
Y tú vozarrón verosímil
Salud por lo fugaz y eterno
Por tu audacia y rebelión
Los muros se derrumban
cuando pestañeas felicidad.

Resistenza

Il cristallo non si è rotto
Perché tu sei di prodezze
Nella tua bocca abitano le verità
E nel tuo sguardo, il sacrificio
Posso ascoltare il polso
Il battito della tua bontà
Quel sospiro di resistenza
E il tuo vocione verosimile
Salute per il fugace ed eterno
Per la tua audacia e ribellione
I muri si sbriciolano
quando sbatti gli occhi con felicità.

Traduzione e commento di Yuleisy Cruz Lezcano

News Reporter
shares
Follow by Email
Instagram