In un volo di storni

Sharing is caring!

Ci sono molte buone ragioni per leggere il bel libro divulgativo pubblicato del premio Nobel Giorgio Parisi.
1. L’Autore spiega in modo magistrale come il fenomeno dell’auto organizzazione non abbia nulla di olistico, ma sia una particolare configurazione di relazioni fra vicini. In particolare nell’incredibile fenomeno degli stormi.
2. Ci sono alcuni ricordi bellissimi degli anni dell’università a Roma e della sua amicizia con t’Hooft, dove hanno mancato per un soffio di fare una scoperta anche quella da Nobel.
3. In quell’occasione, stupendo il ragionamento corretto sulla libertà asintotica, che però lo portò in quel caso alla conclusione sbagliata. In effetti il mondo era stato costruito in modo che fosse facile spiegarlo per i fisici teorici, cioè ad alte energie non c’erano interazioni, contro ogni ragionevole previsione!
4. Bellissimo l’esempio in cui i minimi di energia si raggruppano in due diverse valli, per cui è molto più facile passare da un minimo all’altro della stessa valle.
5. Un capolavoro, poi la spiegazione dei sistemi disordinati, per la quale l’Autore ha preso il Nobel. Per spiegare i sistemi disordinati, come il vetro, che stanno per tanto tempo lontani dall’equilibrio, bisogna immaginarli come sistemi che stanno contemporaneamente in infiniti stati di equilibrio. CHAPEAU!

News Reporter
Davide Orlandi (Mede, 15/07/1992), sono un insegnante di Filosofia e storia, materie letterarie e linguistiche negli istituti medi e superiori. Ho cinque lauree e attualmente sono dottorando in Filosofia presso l'Università di Granada. Dal mese di Maggio 2017 collaboro con il portale di filosofia “Pensiero Filosofico”. Sono volontario soccorritore e centralinista della Croce Azzurra Robbiese. Donatore sangue, volontario e consigliere dell'Avis comunale di Robbio. Volontario dell’associazione robbiese “I Live Panta Rei”, associazione che si batte per gli ultimi e per combattere ogni forma di discriminazione sociale. Corrispondente per il settimanale d'informazione “Il Corriere Eusebiano”, con sede a Vercelli (VC). Dal 2022 collaboro con il Giornale letterario. Membro del comitato di redazione della Rivista di filosofia e scienze umane "Le voci di Sophia". Ho vinto innumerevoli concorsi letterari nazionali e internazionali, sia a carattere poetico-aforistico che filosofico. Con Aracne ho pubblicato i seguenti libri: Cartesio e Bourdin. Le settime obiezioni (2016); Linguaggio e forme di vita. Saggio su Ludwig Wittgenstein (2017); Diego Marconi e la sua competenza lessicale. Un'analisi critica (2019). Interpretazioni di interpretazioni. Indagine sul prospettivismo nietzschiano, Youcanprint Editore, 2020; Come guarire dai social network attraverso due romanzi, Youcanprint Editore, 2021; Quel pazzo di Nietzsche. Come leggere la nostra vita e quelle altrui, AbelBooks, 2022; L'occasione del cambiamento, Youcanprint Editore, 2022. Ho collaborato con varie personalità di spicco del panorama culturale italiano e straniero come Mogol, Alfredo Rapetti Mogol (Cheope), Vittorio Sgarbi, Francesco Gazzè, Alessandro Quasimodo, Cosimo Damiano Damato, Hafez Haidar, Francesco Baccini, Tomaso Kemeny, Dato Magradze, Nunu Geladze, Reddad Cherrati, Franco Arminio e molti altri. Nel 2021 sono stato nominato “Uomo Illuminato” dagli Stati Generali delle Donne.
Follow by Email
Instagram