Sharing is caring!

IV di copertina:

Chi è Crifiù e perché vive in mezzo al mare? Nessuno conosce la risposta. Si sa solo che vive su una piattaforma di legno e che parla la lingua degli animali selvaggi. Un giorno, però, il passato torna a galla e Crifiù si trova ad affrontare una minaccia nera come il petrolio. Ad aiutarlo ci saranno cicogne, pesci, balene, pappagalli…

Comincia con un mistero, il libro per ragazzi (dai nove anni) di Eugenio Leucci, “Crifiù” (Eretica Edizioni). Chi è l’uomo che abita su una piattaforma in mezzo al mare e perché ha deciso di vivere proprio lì?  Se lo domandano anche gli animali che, notando quanto fosse diverso dagli altri esseri umani da loro conosciuti, l’osservano curiosi. Ne parlano tra di loro e cercano di comunicare con lui, attirando la sua attenzione. E, subito, si pone un problema: come chiamarlo?

[…]«Crìììì, crìììì», gridavano i gabbiani. «Huìììì, Huìììì», trillavano i delfini. «Pfiùùùùùùù», gli dicevano le balene […].

E l’uomo cerca di rispondere «Crìììì… ìììì… fiùùùù». Così alla cicogna Mariù viene l’idea di chiamarlo Crifiù che, nella LIAS (Lingua Universale degli Animali Selvaggi), significa “strano pesce con le zampe”.

Crifiù impara presto la LIAS e racconta la sua storia agli animali. È una vicenda triste e un po’ spaventosa, quella di Crifiù, ma gli animali comprendono il tormento dell’uomo per il peccato commesso e lo perdonano. Dopo qualche tempo, si profila all’orizzonte l’incubo di un disastro ambientale, sotto forma di una gigantesca e sgangherata petroliera. Così, a cavallo della balena Concita, Crifiù si mette alla testa degli abitanti del cielo e del mare e tutti insieme cercheranno di scongiurare la catastrofe. Ci riusciranno?

“Crifiù” è una bella storia, che tratta la questione ambientale dal punto di vista degli animali, a cui dà voce proprio il protagonista. Eugenio Leucci  ha creato un mondo in cui bambini e ragazzi potranno immedesimarsi con facilità, grazie anche alle delicate illustrazioni di Federica Ferri. Le vicende della cicogna Mariù, del pappagallo Signorino, della balena Concita e degli altri personaggi, serviranno a sensibilizzare le nuove generazioni verso un tema molto attuale: salvare la Natura dalle nefandezze dell’uomo. Da non perdere.

Eugenio Leucci scrive testi per la scuola ed è autore dei romanzi “Il collezionista di corpi” (0111 Edizioni) e “Vado solo a fare due passi” (Robin Edizioni).

  • Crifiù – Storia dell’uomo che visse in mezzo al mare. Eretica edizioni ISBN 9788833441023
Avatar
News Reporter
Casertana di nascita, napoletana di adozione, italiana per vocazione. Irrequieta e curiosa, la fantasia è la mia più fedele alleata; il Vesuvio e il mare sono le mie irrinunciabili fonti d'ispirazione. Cerco sempre di assaporare fino in fondo i momenti belli che la vita mi dona e lo faccio con tutti e cinque i sensi. Poi traspongo queste sensazioni nelle mie storie. Scrivo perché non posso farne a meno. Le mie pubblicazioni: "Mosaico" (2016) raccolta di racconti; "Io ti prenderò!" - racconto (2017) Antologia Criminale 2017; "Echi da un destino sospeso" (2018) - romanzo; "Ho visto una donna" - racconto (2019) Antologia Una storia per ogni giorno
shares
Follow by Email
Facebook
Facebook
Instagram