CUORI RI…BELLI di GIORGIO MAMBELLI

Sharing is caring!

Appena ho letto questa storia, ho pensato che l’autore non abbia voluto tralasciare alcun aspetto del significato della parola libertà, descrivendola secondo le coordinate spazio-temporali della Romagna, del Nord Italia, del Sud della Francia, fino a giungere alle coste greche, tra il secondo e il terzo decennio dell’Ottocento.
I vari personaggi, inseriti in un preciso contesto socio-culturale, alto borghese e nobile, incarnano l’amore per la libertà nelle sue varie declinazioni: dalla sfera individuale per poter realizzare il sogno di vivere con la persona che si ama, all’ambito sociale per superare le distinzioni di classe, fino alle idee politiche, per l’affermazione del diritto di indipendenza dalle potenze straniere.
I colori, i profumi, i suoni sono descritti in modo talmente nitido e preciso da rendere viva, all’immaginazione del lettore, la percezione che ne deriva. Si può affermare che, assieme ai personaggi principali, protagonista delle scene centrali del romanzo sia la mescolanza di sensazioni visive, olfattive, tattili e sonore che fanno da cornice alle azioni, alle parole, ai pensieri, ai sogni di Giovanni, Chiara, Teresa e George.
E’ una lettura piacevole quella che si profila seguendo le avventure di Giovanni Zauli. Si parla di amore, storia, politica, società. Si parla dell’esistenza, imperfetta e imprevedibile, e delle battaglie che bisogna intraprendere per realizzare le proprie aspirazioni, senza risparmiarsi, sapendo che è già una vittoria aver potuto scegliere, senza imposizioni, quale strada seguire in piena libertà.
News Reporter
Docente di Lettere a Forlì, ha pubblicato articoli e racconti su riviste online. Alcuni suoi testi, in prosa e in versi, sono stati segnalati in concorso letterari nazionali e pubblicati in antologie cartacee. Nel 2022 ha pubblicato il romanzo “La tentazione della scrittura. Memorie dall’Appennino”, Calamaro Edizioni, Finalista al Premio Nabokov 2023 e Menzione Speciale del Premio Letterario Nazionale Ipazia 2024. Da febbraio 2024 collabora con Il Giornale Letterario del Premio Nabokov.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Follow by Email
Instagram