Sharing is caring!

“Ricorda il passato!

Che sia triste o felice.

Credi nella felicità,

la felicità è qui”.

La poesia è amore, ispirazione, gioia di vivere e sperimentare, libertà di amare manifestando i propri sentimenti senza paura ma con timore e silenzio. Attendendo, e in solitudine, osservare l’immensità della volta celeste, dietro all’angolo della strada affollata, di notte, distratti dall’ultimo minuto di pioggia. Questa, è l’anima della raccolta poetica di Deng Zhon, nome di penna dell’autore cinese Tian Yu, direttore della colonna “Smart China” di CCTV (China Central Television), fondatore del giornale di Nanjing e di “Sud” (rivista di poesia pechinese). È stato definito: l’autore della parola. Il giovanissimo poeta, della provincia di Shandong, ha una carriera già importante ed affermata. Egli è: Presidente, Redattore e Capo del settore Internazionale di archeologia, membro della Società cinese di poesia e della China Hard Pen Calligraphy Association, membro dell’Associazione di letteratura cinese e autore firmatario, componente della Chinese Poetry Society e socio delle Habei Mining Associacion, Quingzhao Culture and Art e della Beijing Writing Society (Hong Kong). Questa sua raccolta poetica, stampata nel mese di gennaio 2019 ed edita da la CASA EDITRICE INTERNAZIONALE di Pechino, distribuita per la Libreria Nazionale Xinhua, è il suo primo lavoro pubblicato, dal titolo: POESIA MODERNA. La poetica di Tian Yu è contemplativa ed invocativa, sa donare speranza e libertà, forza e solidarietà. Attraverso l’energia mentale, ogni elemento circostante, ha la capacità di trasformarsi e di evolversi, entrando in soccorso nell’animo dell’uomo con decisione ma senza costrizione. La grande bellezza di queste poesie è la vera libertà di immaginazione, proprio come i versi siti nella prefazione e nella postfazione che non riportano un titolo perché lasciano, al lettore, libera interpretazione diventando, in questo modo, “la poesia della collettività”, la poesia della modernità! “Tranquillo, di notte, c’è astrazione ovunque, mi manca una lacrima diversa nei miei pensieri, unisciti li, trasformati in una stella volante”. La raccolta poetica cinese, si apre subito con la poesia “FAMIGLIA”, un’invocazione non solo al proprio fulcro familiare ma soprattutto alla formazione di esso come luogo di fratellanza e pace, confronti e chiarimenti, protezione e serenità, elemento importantissimo per ogni essere vivente, attraverso il quale, si può percepire il percorso artistico di Tian Yu, contenente un invito a non abbattersi davanti alle difficoltà accettando l’aiuto dei membri: “[… ] Non piangere. Lascia che ti protegga dalla pioggia. Alza la testa e reggi in te la luce del domani. Stringi le mani, non aver paura di restare solo. Pianta ciò che è straordinario nella vita del tuo cuore. Famiglia e famiglia dimentichiamo l’oscurità. La casa calda è il posto perfetto. Il fuoco rosso ci collega strettamente. I membri della casa sono spesso riuniti”. Le poesie di questa raccolta poetica, brillano di una struttura fresca, pulita, giovane, moderna appunto. Ognuna è inserita nel nuovo puzzle in ordine cronologico e composta in base alle sensazioni e al vissuto del giovane poet invitando il lettore a scrutare nel buio il raggio di sole. Si può leggere, infatti, subito dopo, “DELICATA BRILLANTEZZA”: “[ … ] Percorso fangoso, ci sarà sempre una veglia ai lati della strada. Finché c’è un po’ di speranza, continua [ … ]”. Attraverso questo meraviglioso e per niente noioso percorso, si può cogliere il legame fra il poeta e la stagione invernale leggendo le poesie “INVERNO E SALICE”, “INVERNO, PER FAVORE VIENI A TROVARCI”. In quest’ultima (poesia) si percepisce una sorta di rito di richiamo della stagione invernale, invocando gli elementi tipici della stagione fredda: “[ … ]Se una goccia di rugiada sottile e trasparente. Quindi l’inverno, non esitare a venire. Nonostante l’amore per la primavera, ho ancora la tua freschezza unica”. Un profondo punto di riferimento sono i ricordi, elementi indispensabili per ogni artista e che Tian Yu definisce “Il calore delle grandi ferite”, dunque, l’energia da non odiare e rifiutare ma da utilizzare come coperta nei momenti di sconforto e tristezza: “L’ombra del tuo vuoto dopo la perdita [ … ] I ricordi sono scintillanti quando le stelle finiscono. I ricordi sono colmati dall’amore”. La raccolta poetica si conclude con due poesie di alto calibro: “LUCERNARIO UMANO” e “AMORE SCRITTO” attraverso le quali, il sogno, diventa protagonista per il poeta. La speranza di un’alba nuova ogni giorno e l’abbandono della paura, attraverso l’amore, sprigionato dallo sguardo, l’amore sognato da ogni sposa, attraverso il quale, il passato, può diventare il proprio futuro e un invito ad accettare quel passato traendone il meglio, perché da esso, inevitabilmente, scaturirà un nuovo percorso, un nuovo amore già scritto nel profondo dell’anima vitale.

Il poeta Tian Yu durante una conferenza poetica in Cina
News Reporter
Scrivo poesie. Leggo. Recensisco libri.
shares
Follow by Email
Facebook
Facebook
Instagram